Gnocchi al tartufo nero

Ciao cari lettori e lettrici, oggi facciamo dei deliziosi Gnocchi al tartufo nero

Potete fare questa ricetta, sia con gli gnocchi industriali che con quelli fatti in casa.

A voi piace il tartufo?

Io l’adoro! Non fosse per il suo prezzo, lo mangerei spesso.

L’amore, è qualcosa che nasce all’improvviso e cosi è stato,anche  con il tartufo.

Ero da poco arrivata in Italia; era il primo anno in cui sono andata a vivere con mio marito da sola.

Il primo anno di matrimonio, abbiamo scelto di abitare da mia suocera.

gnocchi di patate al tartufo nero

Gnocchi al tartufo nero
 
Autore:
tipo di ricetta: primo piatto
Cucina: italiana
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:
Tempo totale:
 
Ingredienti
  • 450 gr di patate a buccia rossa lesse.
  • 1 tuorlo o un uovo piccolo
  • 10 cucchiai colmi di farina 00
  • + farina per formare gli gnocchi
  • 2 tartufi neri piccoli
  • 1 noce di burro
  • un filo d'olio
  • sale a piacere
Procedimento
  1. Lava le patate e mettili all'interno di una pentola capiente. Ricopre con dell'acqua e porta sul fuoco.
  2. Fai cuocere a fiamma media, finché non riesci ad infilzare con facilità una forchetta nella patata più grande.
  3. sbuccia le patate e schiacciale mentre sono ancora calde. Puoi usare una forchetta o lo schiaccia patate.
  4. Aggiungi un uovo piccolo, un pizzico di sale e la farina. Impasta.
  5. Dividi l'impasto in tanti piccoli pezzi e forma dei filoncini.
  6. Ritaglia gli gnocchi e appoggiali sopra un canovaccio ben infarinato.
  7. Prepara il condimento: versa un filo d'olio e una noce di burro all'interno di una padella antiaderente. Aggiungi i tartufi grattugiati e lascia scaldare per un minutino.
  8. Fai cuocere gli gnocchi in abbondante acqua bollente, appena vengono su, aspetta mezzo minuto e scolla.
  9. Metti gli gnocchi in padella e mescola bene.
  10. è pronto

 

Mi ricordo, che un giorno mio marito arrivò a casa,tutto contento, con delle palline nere e puzzolenti sulla mano.

Era contentissimo,perché al lavoro gli avevano regalato dei tartufi!

Mi ha detto:

Sono squisiti, vedrai che buoni Gabri!

E io:

Ma che schifo! Ma che è questa cosa che puzza di piedi marci! arghhh

E lui:

ah… ma che ne sai! Me li mangio io. ( Poverino, si è sacrificato! 🙂  ad averlo assaggiato prima…)

Mi riccordo che ha avvolto questa pallina nera puzzolente, all interno di un foglio di carta assorbente e l’ha messo sulla

porta del frigo.

Aprivo quel frigo e volevo morrire!

Un giorno un tantino arrabbiata, glielo detto:

_Senti, butta questa schifezza! Non si sopporta questa puzza! Basta!

lui:

Ma che sei scema! No!  Non ti assardare . Mi faccio la pasta io

Io:

Va bene! Ma fai subito questa pasta oppure io lo butto.

Inutile dirvi che quel giorno il signorino si è fatto un pranzetto da re, grazie al mio essere disgustata

Anni dopo, non mi riccordo quanti di preciso, e neanche il perchè

fatto sta che siamo andati a cena fuori e io ho voluto prendere un piatto con il tartufo.

é scoppiato l’amore!

Da quel giorno,   mio marito non si è potuto mai più concedere del tartufo solo per sè.

E più o meno, la stessa storia, è successa anche con le cozze.

Guardate la video ricetta in altocon tutti i passaggi dettagliati e vedrete che fare dei buonissimi Gnocchi al tartufo nero è facilissimo!

Un bacio

A presto

Gabri

 

 

Potrebbero piacerti :

Leave a Comment

Rate this recipe:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.